Archivio

Archivio Dicembre 2008

Buone Feste

20 Dicembre 2008 7 commenti

Bagdad, giornalista lancia scarpe contro Bush( Avviso : immagini che potrebbero turbare )

15 Dicembre 2008 146 commenti


 

Nel corso di una conferenza stampa a Baghdad, un cronista iracheno ha lanciato le scarpe  contro il presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, mentre annunciava che la guerra in Iraq sarebbe andata avanti  . Il giornalista si chiama Muntazer al-Zaidi e lavora per la rete tv sunnita e antiamericana al-Bagdadia che trasmette dal Cairo, in Egitto. Dopo avere insultato Bush lo ha accusato di essere "responsabile per la morte di migliaia di iracheni".  
Le scarpe lanciate dal giornalista infatti non sono come le bombe intelligenti lanciate dagli americani sull’iraq , infatti non si contano né morti né feriti.Per questo hanno deciso di punirlo , picchiarlo e forse pensano a sette anni di carcere, mentre chi uccide e commette crimini di guerra ancora stà impunito.
"Ecco il tuo bacio d’addio, cane" queste le parole del reporter , che  ha voluto insultare Bush nel modo peggiore possibile: il contatto con le suole delle scarpe è infatti considerato nel mondo arabo e musulmano una delle peggiori offese, e il fatto che il presidente Usa sia stato apostrofato come "cane" ha ulteriormente aggravato l’insulto, poichè si tratta di un animale ritenuto impuro per loro. La frase intera gridata dal giornalista infatti è stata questa :"Ecco il tuo bacio d’addio, cane , sei responsabile della morte di migliaia di iracheni!".
 Bush ha poi commentato di "non aver compreso che cosa stesse cercando di dire quel tizio…forse queste foto testimonianze potrebbero rinfrescargli la memoria !!





"Ho sentito io l’ordine di fare attenzione perché veniva usato il fosforo bianco su Fallujah . Nel gergo militare viene chiamato Willy Pete. Il fosforo brucia i corpi, addirittura li scioglie".
È questa la tremenda testimonianza di Jeff Englehart, veterano della guerra in Iraq. "Ho visto i corpi bruciati di donne e bambini- ha aggiunto l’ex militare statunitense-il fosforo esplode e forma una nuvola, chi si trova nel raggio di 150 metri è spacciato".
Testimoni hanno visto "una pioggia di sostanze incendiarie di vario colore che, quando colpivano, bruciavano le persone e anche quelli che non erano colpiti avevano difficoltà a respirare", racconta Mohamad Tareq al-Deraji, direttore del centro studi per i diritti umani di Fallujah.

da :

Prosegui la lettura…

Canzoni Di Lotta_ 5° Parte_

13 Dicembre 2008 5 commenti


  

 

Piazza Fontana
Claudio Bernieri

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag: , , , ,

Tuvixeddu : Comunicato degli studenti

10 Dicembre 2008 28 commenti


 In merito a quanto è accaduto venerdì 5 dicembre presso il cantiere dalla
Coimpresa, sito in località "Tuvixeddu", in via Is Maglias a Cagliari, gli
studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia chiariscono di aver
organizzato il sit-in di protesta indebitamente attribuito da alcuni mezzi
di informazione al movimento "Unicamente contro la 133". Si intende inoltre
puntualizzare che non era intenzione dei manifestanti contrapporsi agli
operai che lavorano nel cantiere : essi non costituiscono, nella presente
situazione, la controparte rispetto alla nostra protesta, e anzi
rappresentano la categoria più debole tra quanti sono oggi impegnati in quei
lavori . Inoltre smentiamo quanti riportano che chi guidava l’Opel Astra che
si è scagliata contro di noi si sia identificato come "operaio": i
manifestanti non hanno incontrato alcun operaio durante il sit-in, ma solo
due guardie giurate, i quali non sono stati aggrediti, né tanto meno colpite
«da calci e pugni» come riportato dall’ "Unione sarda" (6 Dicembre 2008,
pag. 21). Peraltro, in presenza di una situazione tranquilla, costoro, ben
lungi dal «sedare gli animi», hanno aizzato l’autista del veicolo
incitandolo ad investite i partecipanti al sit-in.
Il nostro intento era solo quello di sensibilizzare la cittadinanza sullo
scempio che si sta producendo del sito archeologico di Tuvixeddu che -
ricordiamo – è la più grande necropoli fenicio-punica del mondo. Non era
nostra intenzione sollevare inutili provocazioni: le uniche armi che avevamo
erano dei cartelli che spiegavano i motivi della nostra iniziativa e
informavano i numerosi passanti del danno che la popolazione – non solo
sarda, ma mondiale – subirà per via della mancata tutela dell’area.
Per il futuro si reitera ai mezzi di informazione l’invito ad attenersi alla
realtà,  confrontando, qualora gli inviati non dovessero essere presenti
agli eventi narrati, le diverse versioni dell’accaduto, evitando oltretutto
di enfatizzare e strumentalizzare gli eventi con titoli come «Scontri
davanti al cantiere riaperto. Studenti contro operai: un auto investe un
manifestante» ("Unione sarda" 6 Dicembre 2008, pag. 21)

gli studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia

 

Necropoli di Tuvixeddu



La necropoli di Tuvixeddu è la più grande necropoli fenicio-punica, ancora esistente nel bacino del Mediterraneo. Si estende su tutto il colle omonimo, all’interno della città di Cagliari, ed è compresa fra il rione cresciuto lungo il viale Sant’Avendrace e quello di via Is Maglias.

Prosegui la lettura…

Categorie:Società Tag: , ,

Canzoni Di Lotta_ 4° Parte_

5 Dicembre 2008 13 commenti

El Pueblo Unido
Sergio Ortega

El pueblo unido jamás serà vencido
El pueblo unido jamás serà vencido

El pueblo unido jamás serà vencido
El pueblo unido jamás serà vencido

De pie cantar, que vamos a triunfar
Avanzan ya banderas de unidad
Y tú vendrás marchando junto a mi
Y así verás tu canto y tu bandera florecer

La luz de un rojo amanecer
Anuncia ya la vida que vendrá

De pie marchar, que el pueblo va a triunfar
Serà mejor la vida que vendrá
A conquistar nuestra felicidad
Y en su clamor mil voces de combate se alzaran
Dirán canción de libertad
Con decisión la patria vencerá

Y ahora el pueblo que se alza en la lucha
Con voz de gigante gritando, adelante

El pueblo unido jamás serà vencido
El pueblo unido jamás serà vencido

La patria está forjando la unidad
De norte a sur, se movilizará
Desde el salar ardiente y mineral
Al bosque austral, unidos en la lucha y el trabajo
Irán, la patria cubrirán
Su paso ya anuncia el porvenir

De pie cantar, el pueblo va a triunfar
Millones ya imponen la verdad
De acero son, ardiente batallón
Sus manos van llevando la justicia y la razón
Mujer, con fuego y con valor
Ya estás aquí junto al trabajador

Y ahora el pueblo que se alza en la lucha
Con voz de gigante gritando, adelante

El pueblo unido jamás serà vencido
El pueblo unido jamás serà vencido

(Lara lara lara lara lara)
El pueblo unido jamás serà vencido

(Lara lara lara lara lara)
El pueblo unido jamás serà vencido

(Lara lara lara lara lara)
El pueblo unido jamás serà vencido

(Lara lara lara lara lara)
El pueblo unido jamás serà vencido

Traduzione :
 
Il popolo unito, non sarà mai vinto !
Il popolo unito, non sarà mai vinto !

In piedi, cantiamo, che trionferemo,
avanzano le Bandiere dell’ unità.
E tu verrai a marciare al mio fianco
 così vedrai il tuo canto e la tua bandiera fiorire
la luce di un’alba  rossa
annuncia ormai la vita che verrà.

In piedi, marciamo , il popolo trionferà;
Sarà migliore la vita che verrà .
conquistiamo la nostra felicità ;
in un clamore , mille voci di lotta si alzeranno,
diranno canzoni  di libertà.
Con decisione la patria vincerà .

E ora il popolo che si alza nella lotta
con voce da gigante grida : avanti!

Il Popolo unito, non sarà mai vinto !
Il Popolo unito, non sarà mai vinto !

La patria sta forgiando l’unità :
da nord a sud si mobiliterà
dalle saline ardenti e minerali
al bosco australe,uniti nella lotta e nel lavoro
andranno, la patria copriranno.
Il loro passo ormai annuncia l’avvenire.

In piedi, cantiamo che  popolo trionferà.
 milioni ora impongono la verità ;
sono di acciaio,ardente battaglione ,
le loro mani
portano la  giustizia e la ragione .
Donna, con fuoco e  valore,
tu sei qui insieme al lavoratore.

E ora il popolo che si alza nella lotta
con voce da gigante grida : avanti!

Il Popolo unito, non sarà mai vinto !
Il Popolo unito, non sarà mai vinto !

  


MusicPlaylistRingtones
Music Playlist at MixPod.com

Esempio scatolina ” un pensiero per Natale “

3 Dicembre 2008 31 commenti


Ecco a voi un esempio di scatolina , qui ho scelto Snopy perché è molto Natalizio…. ;)   io , ho usato un semplice foglio A4 ma potete stampare sopra una carta più spessa .
Potete divertirvi con i vostri bambini e creare tante scatoline da mettere sotto l’albero , con tanti pensieri quanti i parenti e gli amici cari.
Buon divertimento !

Altre scatoline :

Scatolina Pucca :


Scatolina Diddl :


Scatolina Candy Candy :

Scatolina Gessica Rabbit :

Scatolina Ariel :


Altre scatoline " clicca qui " …scegli la tua preferita.

Scatoline ” Un pensiero per Natale “

3 Dicembre 2008 37 commenti

Dicembre è arrivato , (parecchio in fretta direi … )il Natale è vicino , così ho pensato di far un piccolo regalino a tutti quelli che seguono il mio blog , ho creato queste piccole scatoline, potete stamparle , ritagliarle , incollarle e utilizzarle per dei piccoli pensieri di Natale da donare a un amico , un parente , una persona cara.
Un idea carina potrebbe essere quella di inserire all’interno a dispetto di un anello con diamante , un semplice dolce pensiero .
Dicono che infondo è ciò che conta.
Io ci credo.
Perché se è sincero vale più di mille doni e può rendere felici.

Buona giornata a tutti !!!

Scatoline evento :

Scatoline Betty Boop :




Scatoline Trilly :


Scatoline Snopy :


Prosegui la lettura…