Home > Argomenti vari > Incontro con Aleida Guevara_Nuoro_Sardegna

Incontro con Aleida Guevara_Nuoro_Sardegna

23 Aprile 2008

(Prima Parte)

Per vedere il video a schermo intero clicca a fianco della scritta embed..

(Seconda Parte)

Per vedere il video a schermo intero clicca a fianco della scritta embed..


(Terza Parte)

Per vedere il video a schermo intero clicca a fianco della scritta embed..

(Quarta Parte)

Per vedere il video a schermo intero clicca a fianco della scritta embed..

(Quinta Parte)

Per vedere il video a schermo intero clicca a fianco della scritta embed..

(Sesta Parte)

Per vedere il video a schermo intero clicca a fianco della scritta embed..

(Ultima Parte)

Per vedere il video a schermo intero clicca a fianco della scritta embed..

 "LIBERTA’ PER I CINQUE"

 

  1. 24 Aprile 2008 a 8:59 | #1

    “Io, figlia del Che, come mio padre accanto al popolo”

    fonte: http://www.ilnuovo.it, 27/11/2001

    Aleida Guevara, figlia del celebre comandante rivoluzionario, racconta della sua vita segnata da un padre entrato nel mito. Solidale con gli americani per la strage dell’11 settembre, condanna l’attacco a Kabul.

    di Mara Montanari

    L’unico tratto che ricordi il volto del padre, sono gli occhi scuri, dal taglio lungo. Aleida Guevara, la figlia del Che, è una signora dal viso paffuto che nella vita fa il medico. Il mestiere di suo padre, prima che diventasse il comandante rivoluzionario più famoso di ogni tempo. Quel comandante che la signora Guevara rivede nei ragazzi che sfilano nelle piazze dei paesi occidentali con il volto del Che sulla maglia. “Manifestano per un mondo più giusto e solidale. Per loro, almeno per alcuni, mio padre, Ernesto Guevara, non è solo un simbolo stampato sulla stoffa, una maglia da indossare”.

    E’ stata invitata a Roma da una fondazione che si occupa di medicina per parlare del sistema sanitario cubano. Parla la signora Guevara e con quella cantilena spagnola che sembra una melodia racconta di un paese dove l’aspirina non esiste a causa dell’embargo americano e il raffreddore si cura con le radici bollite di una pianta dal nome esotico che cresce a Cuba. “Nell’ospedale in cui lavoro – dice – c’è una macchina per i raggi X che ha più di quarant’anni. La regalò al governo cubano l’ex Repubblica Democratica Tedesca. I fondi per comprarne una nuova non li abbiamo e così continuiamo a usare quella”. Parla anche, e con diffidenza, del presidente Bush, si dice solidale al popolo americano per la strage dell’11 settembre, ma condanna l’intervento in Afghanistan.

    Aleida Guevara, è in corso a New York l’assemblea generale dell’Onu, dal 1992 Cuba chiede che venga interrotto l’embargo nei suoi confronti. Crede che i tempi siano ormai maturi?

    La speranza è l’ultima a morire. Ma la presenza del nuovo presidnete americano, Bush, non credo ci sia d’aiuto. Tuttavia sta crescendo sempre più un fronte filocubano negli Stati Uniti. Ed è in questo che ho fiducia.

    Come è stato vissuto a Cuba l’attacco alle Twin Towers? Con sgomento. Sebbene gli Stati Uniti abbiano esercitato su di noi, con l’embargo, una sorta di terrorismo, noi non desideriamo il male di altri popoli. Siamo contro il terrorismo e in questo solidali con il popolo americano. Anche se condanniamo l’intervento militare in Afghanistan. Non è quella la via per combattere il terrorismo.

    Lei medico, come suo padre. Una scelta personale o è stata influenzata dalla figura di suo padre?

    Mio padre lo conosco e lo amo grazie ai racconti di mia madre e l’affetto che dimostra la gente per me, perchè sono la figlia di Ernesto Guevara. Mi sentivo in dovere di ricambiare quell’affetto e così ha scelto una professione, il medico, che fosse alla gente, al mio popolo.

    Che effetto le fa vedere i ragazzi occidentali del movimento no-global che sfilano con addosso la maglia con il volto di suo padre?

    Per me mio padre era mio padre e non un mito e quando vedo quei ragazzi con le magliette del Che, mi dico sarà solo una moda. Ma poi se li senti parlare, se conosci le loro ragioni, allora ti rendi conto che non è solo una moda. Almeno non per tutti. Perchè in quei ragazzi che si battono per un mondo più giusto, più solidale, ritrovo le battaglie di mio padre, ritrovo l’uomo Ernesto Guevara e non un volto su una maglietta.

    Silvana carissima, grazie.

  2. 25 Aprile 2008 a 0:51 | #2

    E’ il 25 aprile.. viva l’italia liberata!! Oggi e sempre resistenza resistenza resistenza!!!!

  3. 5 Maggio 2008 a 19:16 | #3

    Ormai i sogni dobbiamo andarceli a cercare lontano.

    Che tristezza!

  4. 9 Maggio 2008 a 12:13 | #4

    Ciao, ho qualche difficoltà col software del mio pc per vedere i video, risolverò il problema, ti lascio lo stesso un salutino.

  5. 11 Maggio 2008 a 20:31 | #5

    ciao Sillaba… lavoriamo… non facciamoci fregare anche alle regionali!

    Angel

    (uniamo la sinistra, i democratici, gli indipendentisti!)

  6. 8 Luglio 2013 a 18:50 | #6

    Products like chemicals, basic commodities, packaging,
    molding, casting, small machining and many other products or components are an important part of China Sourcing.
    The main objective behind the establishment of the garden was the preservation and conservation
    of endangered species, some of which are used in traditional Indian healing systems of Ayurveda and Unani.
    This requires a systematic study of the changing patterns that are taking place
    in the market of China.

  7. 14 Luglio 2013 a 8:01 | #7

    The presence of land speculators and whiskey peddlers further complicated
    the situation. Of course it’s removals London we’re talking about here, not Miami
    so there’s no guarantee that it won’t rain even in high summer.
    They do not make use of standard page templates and each and every one of their projects is unique.

  8. 18 Luglio 2013 a 18:25 | #8

    Although volunteering is a veritable catalyst of positive social changes, most people do not take a keen interest
    in charitable activities, as they are either hard-pressed for
    time or are simply not aware of the problems that are negatively impacting their society.

    Computers and telecommunications China Communications Standards Association.
    Nuclear disarmament of North Korea was the last thing on
    Kerry’s mind.

  9. 3 Agosto 2013 a 0:08 | #9

    The lioness will fight, sometimes to death, when the male lion goes for her cubs.

    Especially around the hotels and lodges, which are generally full regardless of where the migration is happening.
    Your personal guide will be a local Maasai with firsthand knowledge of the area and a fully qualified member of
    the Professional Safari Guides Association.

  10. 8 Agosto 2013 a 11:24 | #10

    I couldn’t resist commenting. Perfectly written!

  11. 19 Agosto 2013 a 13:42 | #11

    Hi it’s me, I am also visiting this web page on a regular basis, this web site is actually good and the visitors are really sharing nice thoughts.

  12. 14 Settembre 2013 a 20:20 | #12

    Good post. I learn something new and challenging on websites I stumbleupon everyday.
    It’s always useful to read through articles from other writers and use something from other web sites.

  13. 17 Ottobre 2013 a 22:07 | #13

    5tte7.ep89.pw

  14. 22 Ottobre 2013 a 13:55 | #14

    I was recommended this website via my cousin. I am now not certain whether this post is written
    by way of him as no one else understand such specific approximately my problem.
    You’re wonderful! Thank you!

  15. 23 Ottobre 2013 a 20:51 | #15

    xz5q.ep89.pw

  16. 24 Ottobre 2013 a 13:07 | #16
  17. 26 Ottobre 2013 a 12:34 | #17

    66w97.cyberschmooz.com

  18. 8 Novembre 2013 a 11:26 | #18

    2dbneky.mt33.pw

I commenti sono chiusi.